Come risparmiare energia elettrica in casa.

How to save electricity in your home.

"Fai da te"  di R.Chirio

[home] [vendita on line]

            


  Considerazioni 

Novembre 2012

 

 Sei uno che al minimo freddo accende la stufetta elettrica? oppure appena fa caldo accendi il condizionatore in casa? Se si, lascia perdere non hai le capacità di pensare al risparmio Energetico.

  

Ha ragione Piero Angela nel dire che il costo dell'energia è ancora troppo basso per interessarsi al risparmio energetico.....

  

Il concetto di fondo che pochi capiscono, è che di energia non ne esiste di infinita, quella che sprechi oggi non sarà più disponibile domani....per altri.

 

Bisogna pertanto mettere in atto più accorgimenti possibile per ridurre i consumi, eliminare per prima cosa tutti quei dispositivi elettrici inutili, che mantenuti accesi hanno solo una funzione decorativa.

 

Accendere solamente i vari dispositivi quando servono e poi non dimenticarseli accesi quando è finito il loro utilizzo.

 

L'elettrodomestico che rimane più a lungo acceso è sicuramente il televisore, è chiaro che tiene compagnia, specialmente alle persone anziane, ma bisogna imparare ad spegnerlo, alternando altre attività, come la lettura o la ginnastica, passeggiate, bricolage...ecc ecc. 

Un TV acceso 6 ore al giorno costa dalle 40 ai 70 euro/anno di energia elettrica. Importante scegliere un Tv a Led con basso consumo senza esagerare con le dimensioni che aumentano di molto la potenza consumata.

   

  

  POWER METER WIRELESS OWL CM160 USB

Misura del consumo elettrico totale direttamente sul contatore. 

Per iniziare a risparmiare energia, primo passo è quello di sapere quanta energia si consuma. 

 

Con il misuratore di potenza istantanea "Power Meter Wireless" possiamo facilmente monitorare il consumo di energia elettrica, posizionando il display in un punto comodo dove tutta la famiglia può leggere il valore di potenza assorbita, viene facile e naturale cercare di ridurre il valore consumato, anche perché è possibile visualizzare anche la spesa in Euro.

 

Prima operazione:  collegare la sonda di corrente sul cavo nero principale, che dal contatore va all'impianto di casa, collegheremo poi la sonda al trasmettitore wireless funzionante a batteria (3 AA)  Da pochi mA a parecchi Amp, verranno letti e trasmessi al Display ricevente.

 

La corrente x la tensione ci daranno la potenza assorbita in W, o meglio in KW.

  

   

In questo caso si visualizza il consumo del mio impianto e la stufetta elettrica del bagno da 1kW si fa sentire.....................

    

 

 

Spegnendo quasi tutto, il consumo diventa basso circa 90W, comprende ancora, la centralina dell'impianto solare, il trasformatore del citofono/campanello, l'alimentatore dell'amplificatore di antenna, l'antifurto, dispositivi che non posso facilmente spegnere.

 

Tutti siamo portati a pensare di risparmiare energia, ma spesso ci dimentichiamo di farlo, ci va questo dispositivo per ricordare quanto stiamo consumando in tempo reale......per poi fare le opportune azioni, come usare lampade a basso consumo, usare elettrodomestici classe A , A+, A++  ecc ecc.

 

Il  POWER METER WIRELESS   OWL CM160 USB è reperibile in Italia,  da questo venditore:

 

http://www.intellihome.it/index.php?category_id=6&page=shop.browse&Itemid=53&option=com_virtuemart&vmcchk=1&Itemid=53

 

oppure in IRLANDA da:

 

http://purchase.ie/energy-saving?wpcopage=2

 

  

 

  

        


  

 ALCUNI CONSIGLI PER RIDURRE I CONSUMI ELETTRICI.
   

 Illuminazione

- Eliminare tutte le lampade a filamento o alogene.

- Usare solamente lampade neon a basso consumo, di marca e certificate per Classe A o meglio lampade LED.

- Montare le lampade a basso consumo dentro riflettori per indirizzare meglio la luce, per esempio solo sul tavolo da pranzo o sulla scrivania.

- Evitare illuminazioni diffuse in tutta la stanza, e prediligere illuminazioni spot solo dove serve la luce.

- Utilizzare lampade a LED 220V per illuminazione di scale, cortili e passaggi all'esterno.

- Evitare le luci accese tutta la notte, meglio usare i sensori di passaggio a infrarossi, tarati per 30 sec. di accensione.

                              

 Lavatrice

- Fare lavaggi con bassa temperatura (40°) scegliere modelli di marca con certificato per Consumo Classe A.

- Cercare di avere il cestello pieno per ogni lavaggio. 

- Accendere possibilmente nelle ore serali o fine settimana quando le tariffe elettriche sono più basse. 

               

 Frigorifero 

- Scegliere modelli di marca con certificato per Consumo Classe A

- Aprire il meno possibile gli sportelli.

- Assicurarsi che ci sia una buona ventilazione nella parte posteriore del frigorifero. 

                              

 Forni elettrici

- Scegliere modelli di marca con certificato per Consumo Classe A

                                

 Boiler elettrici (scalda acqua)

- Scegliere modelli di marca con certificato per Consumo Classe A e impiego per sistemi solari.

- Se possibile utilizzare riscaldatori a gas o sistemi a pannello solare termico.

                              

 Computer

- Un normale PC desktop, assieme al monitor LCD consuma da 150 ai 500W/h, se viene tenuto acceso per 4 ore al giorno per 300 giorni anno (è un'ipotesi abbastanza reale)  consuma in un anno 500 x 4 x 300 = 600KW al costo di 0,25€/KW  fanno 150€ di energia elettrica/anno.

Un notebook con prestazioni simili al Desktop consuma 40W/h  paragone costo anno=48KW x 0,25= 12€/anno

Inoltre il notebook non necessita di gruppo di continuità in quanto ha già dentro la batteria per una autonomia di 1-3 ore.  E' sicuramente la soluzione migliore per tutta la famiglia.

 

- Router Wireless sono sempre collegati anche durante la notte, è meglio spegnere e riaccendere solo quando serve.

                              

 Monitor TV

- Scegliere modelli di marca con certificato per Consumo Classe A

- Passare ai LCD LED da 18-24" consumano 15-30W.  I grossi LCD (plasma) da 42" - 60" consumano anche 600-800W

                              

 Carica cellulari

Anche per i trasformatori carica cellulari c'è la brutta abitudine di lasciarli sempre inseriti nella presa 220V. 

 

Possono incidere a livello annuale di un costo luce di 2-5 euro.

 

Buona cosa quindi usare una ciabatta con interruttore da spegnere quando non necessario ricaricare i cellulari.

 

Ancora meglio, mettere un temporizzatore elettronico  da accendersi  durante la notte, diciamo dalle 3 alle 7 del mattino.

In genere tutti i moderni cellulari si ricaricano in 3-4 ore.

                              

   

 Campanelli e citofono

- Se possibile evitare il videocitofono, l'alimentatore sempre inserito consuma 20-30W/h sempre collegato per 24 ore.

- Pure il trasformatore per campanelli consuma 5-10VA, utilizzare modelli a bassissimo consumo o anche a batteria.

- Eliminare i campanelli con le targhette illuminate, basta il pulsante con una chiara targhetta senza illuminazione.

                              

 Alimentatori per antenne e parabole

- Se possibile utilizzare un solo alimentatore a basso consumo, è utile montare un temporizzatore che durante la notte spegne l'alimentazione. 

- Meglio ancora tutti i sistemi multimediali sotto un solo interruttore, così che se i tv sono spenti rimane spento pure l'alimentatore sotto il tetto.

                              

 Antifurti e sistemi sicurezza.

- Utilizzare sistemi certificati per basso consumo, e periferiche che utilizzano batterie al litio per una lunga durata.

- Telecamere di sorveglianza, usare i nuovi modelli a bassissimo consumo e registratori DVR a memoria a stato solido.  Preferire gli illuminatori con led ad infrarossi.

                                

 Timer elettronico programmabile.

Molto utile applicare il timer a tutti quei dispositivi che in genere sono perennemente collegati alla rete.

 

E' possibile programmare lo spegnimento di campanelli e citofoni durante la notte, per esempio dalle 24:00  alle 7:00

 

Programmare la carica solo per 2-3 ore al giorno di cellulari e altri dispositivi sotto carica.

 

Per esempio lo uso per tenere spenta la centralina del Pannello Solare dopo il tramonto del sole fino alla 10:00 del mattino successivo quando il sole ritorna a scaldare.

                              

Timer elettronico programmabile.

  

 Conclusioni

- Attuando un po’ tutti i consigli dati sopra è pensabile, di vedere sensibili riduzioni sulla bolletta dell'energia.

- Deve essere comunque la volontà di tutti i singoli componenti della famiglia a pensare di ridurre i consumi al minimo indispensabile e ricordarsi di utilizzare l'intelligenza nel fare bene le cose la prima volta.....       

 

Continua.....


 www.chirio.com     

  


© Roberto Chirio: all rights reserved.