[Batterie][Centri di fuoco][Postazioni][Ricoveri]

       

     

     

Oltre alle fortificazioni principali, di costruzione più antica, possiamo trovare parecchie postazioni difensive sparse (Batterie, Centri di Fuoco e Postazioni), anche dette opere secondarie, caratterizzate dalla presenza di aperture per cannoni e mitragliatrici o anche solo osservatori per l'artiglieria.

Risalgono all'ultimo conflitto in quanto realizzate dal 1932 al 1940. Sono state tutte smantellate nei loro contenuti, quello che rimane è la struttura in cemento armato, in pietra oppure i tunnel in caverna con i locali per contenere i servizi tecnici, logistici e le camerate dormitorio.

        

        

BATTERIE (realizzazioni in caverna).

Le Batterie erano le Opere più grandi e contenevano postazioni armate con cannoni di piccolo o medio calibro e potevano ospitare parecchie decine di militari, erano forniti di tutti i servizi per resistere a lungo (gruppo elettrogeno,  deposito munizioni, riserve di cibo, acqua e protette contro l'impiego di gas mediante un impianto di rigenerazione dell'aria), avevano inoltre la funzione di Comando verso gli altri centri minori, ai quali erano collegati con cavo telefonico e impianto fotofonico. 

         

[batteria B1] Strada Forte Pattacroce.

         

[batteria B2] Strada Forte Malamot.

          

[batteria B3] Costone alle spalle dell'ex Ospizio.

           

[batteria B4] Pendici Forte Roncia.

             

[batteria B5] Sul fianco e sotto il Forte Pattacroce.  

           

 

Le cannoniere della Batteria B1 viste dall'inizio della  strada Forte Pattacroce. 

          

               

             

Centri di Fuoco (realizzazioni in caverna).

I Centri di Fuoco, opere minori rispetto alle Batterie, contenevano in genere solo mitragliatrici e avevano il compito di spalleggiare le opere principali in zone laterali. 

       

Nella maggior parte erano forniti dei servizi tecnici, logistici e comodità simili alle Batterie, oppure semplicemente dei tunnel in caverna protetti da porte blindate.

     

[Centro 1]  Forte Malamot.

         

[Centro 6]  Forte Malamot.

           

[Centro 7]  Forte Malamot.

         

[Centro 8]  Forte Malamot.

             

[Centro 9]  Forte Malamot.

    

[Centro 10]  Forte Pattacroce.

     

[Centro 11]  Forte Pattacroce.

   

[Centro 12]  Forte Pattacroce.   

      

[Centro XIII]  Forte Pattacroce.

       

[Centro 13A]  Forte Pattacroce.  

             

[Centro 13B] Forte Pattacroce.

    

[Centro 14] Forte Pattacroce.

   

[Centro 16]  Forte Varisello.

    

[Centro 20] Caposaldo Ospizio

            

[Centro 21] Caposaldo Ospizio

           

[Centro 23] Forte Roncia

       

[Centro 23b] Forte Roncia

       

[Centro 24] Forte Roncia

     

[Centri SN] Pianoro S.Nicolao

   

    

          

Postazioni per mitragliatrice corazzate in acciaio resistente ai colpi di medio calibro.     

  

      

       

                       

          

        

POSTAZIONI (realizzazioni in caverna).

Le Postazioni sono piccole opere scavate in caverna, a volte molto ben mimetizzate, contenevano in genere solo una o due postazioni mitragliatrici e avevano il compito di battere dei passaggi stretti e obbligati come strade e ponti.

       

Non erano fornite di servizi tecnici come gruppo elettrogeno e raramente di porte blindate.

         

[Postazione A] colle MCenis

    

[Postazione B] colle MCenis

    

[Postazione C] colle MCenis    

    

[Postazione Colle PTMCenis]  

     

    

    

    

        

[Postazione T] Malamot

    

[Postazione 5] Malamot

       

[Postazione 37] Lamet

     

[Postazione 29] Ospizio    

     

 

     

    

    

          

Ingresso e vista interna di Postazioni.

        

                 

        

RICOVERI 

Il Ricovero in caverna, tipicamente un grosso stanzone ricavato nella roccia, oppure realizzato in calcestruzzo, caratterizzato da due aperture di ingresso con un corridoio di accesso più o meno lungo. In grado di ospitare 16, 32, 60 e più militari.

        

Queste strutture permettevano alle truppe di guardia alle postazioni occasionali (cannoni in barbetta, mitragliatrici oppure mortai posizionati in piazzole all'aperto), di ripararsi in sicurezza in caso di bombardamenti o attacchi. Non servivano per dormire in quanto  non dotati di servizi tecnici ed igienici.           

      

Per comodità di classificazione, sulle mappa vengono indicati come Ricoveri anche le caserme dormitorio, i centri comando e le costruzioni di supporto (p.e. teleferiche). [Mappe]

      

[ricoveri del Giaset] Malamot   

      

[ricovero R] Pattacroce 

   

[ricoveri Roncia]       

   

[ricovero Forte Varisello]  

   

[ricovero L] Varisello

    

   

[ricoveri S.Nicolao]

 

 

   

    

    

    

   

   

      

   

      

 

    

 

     

    

    

    

    

 

 

Ricovero in calcestruzzo sulle pendici del Mt. Lamet

       

           


 

 www.chirio.com     

www.moncenisio.com

 

È vietato ogni utilizzo non autorizzato delle foto e video.
Photos and videos are copyright © Roberto Chirio: all rights reserved.