Escursione 5


[Moncenisio] [Escursioni] [Mappe]

[escursione 1] [escursione 2] [escursione 3] [escursione 4] [escursione 5] [escursione 6]


 FORTE PATTACROCE E OPERE VICINE

Sempre validi i consigli e le precauzioni  citati nella pagina FORTIFICAZIONI

Fare riferimento alle immagini e alle descrizioni degli interni delle Opere, cliccando sui riferimenti della mappa.

Descrizione del percorso:

Portarsi in zona percorrendo la strada sterrata che costeggia il lago a sud/ovest passando dietro il Forte Varisello, e proseguendo in direzione Piccolo Moncenisio.

Dopo avere percorso 1 km ca di strada in piano, la strada inizia a salire con alcune curve. A sinistra in curva la deviazione per il Forte Pattacroce, la strada è chiusa al traffico. Parcheggiare nei pressi del bivio. Proseguire, salendo a piedi.

Al primo tornante a destra è possibile visitare 2 ricoveri in caverna.

Proseguendo dopo circa 2 km, ai piedi delle rocce, alla fine di un sentiero a destra è possibile entrare dentro la Batteria B1, dopo un giro completo all'interno dei locali parzialmente anneriti dalle esplosioni, si esce sempre dalla stessa parte.

Sulla sinistra lasciamo l'unica sorgente di acqua della zona, già utilizzata a suo tempo dai militari.

A questo punto si prosegue in salita percorrendo la strada militare, che con rapidi tornati recupera in fretta il falso piano del Pattacroce. 

In questa zona possiamo trovare una buona concentrazione di opere in caverna.

Subito a destra dopo un avvallamento possiamo trovare una larga mulattiera che ci porterà al Centro 13a, con unico ingresso.

Proseguendo sul promontorio successivo, il Centro XIII si individua facilmente per l'ingresso in cemento non mascherato, in questo caso troviamo 2 uscite di sicurezza.

Uscendo dal malloppo nord/ovest e risalendo sulla sommità del promontorio lato lago è possibile vedere dall'esterno la cupola dell'osservatorio blindato.

Proseguendo in salita sulle tracce di una vecchia mulattiera è possibile raggiungere la batteria bassa del Pattacroce e le postazioni del Centro 11, non è possibile entrare in questo Centro, in quanto l'ingresso è ostruito da una frana.

Una facile risalita per la strada militare, ci porta attorno e dentro alle postazioni del Forte Pattacroce.

Lungo il fosso Nord è possibile trovare un ingresso di più recente costruzione. E' questa la postazione staccata della Batteria B5, una lunga ricognizione all'interno ci mostra la convivenza di vecchi tunnel del 1880 con le opere più nuove del 1932 in poi.

E' possibile uscire da una scomoda uscita di sicurezza dall'osservatorio o da un ingresso all'interno della fortificazione.

Proseguendo la visita al vecchio forte attraverso varie piattaforme in barbetta, fino a raggiungere l'ingresso della Batteria B5, ricavato in caverna.

Lunghi corridoi e vasti locali di servizio, per quello che è il Centro in caverna più vasto che possiamo trovare al Moncenisio. Continuando la visita all'interno è possibile uscire nei pressi della caserma situata al termine della rotabile.

Proseguendo in salita si raggiunge il grosso Centro di Fuoco 12 all'interno di un promontorio prospiciente il Forte Pattacroce. In parte completato, era di importanza strategica con il suo osservatorio corazzato che copriva la zona del lago e la zona del Piccolo Moncenisio.

Un ultimo sforzo in salita ci porta sulla cresta spartiacque e al Centro di fuoco 10, interessante per la sua conformazione e gli ingressi che portavano in comunicazione i due fronti della cresta montuosa. 

E possibile a questo punto la discesa dal fronte opposto alla salita, seguendo la mulattiera che lungo il tragitto ci porta a scoprire 2 ricoveri nascosti.

A questo punto ci troviamo sulla strada in parte percorsa in salita.

Possiamo ritornare al parcheggio percorrendo in discesa la strada fatta in salita, continuando in auto sulla sterrata verso ovest, dopo alcuni tornanti possiamo trovare a sinistra il Centro 13b e a destra il Centro 14. Interessanti per la loro costruzione mimetica,  in entrambi è presente acqua all'interno, ne viene quindi limitata la visita. 

 

Si può continuare percorrendo la strada sterrata in senso orario costeggiando il lago fino a raggiungere il colle del Moncenisio e la stada asfaltata.

   


[escursione 1] [escursione 2] [escursione 3] [escursione 4] [escursione 5] [escursione 6]

 

 www.moncenisio.com