Escursione 6


[Moncenisio] [Escursioni] [Mappe]

[escursione 1] [escursione 2] [escursione 3] [escursione 4] [escursione 5] [escursione 6]


 FORTE MALAMOT E LAGO BIANCO

Sempre validi i consigli e le precauzioni  citati nella pagina FORTIFICAZIONI

Fare riferimento alle immagini e alle descrizioni degli interni delle Opere, cliccando sui riferimenti della mappa.

Descrizione del percorso:

Seguendo la strada che passando dietro il Forte Varisello costeggia il lago, appena sotto il Varisello una deviazione a sinistra ci porta verso la rotabile del Malamot/Lago Bianco.

Parcheggiare subito nello slargo del primo tornante, in quanto la strada poco più avanti è chiusa e non praticabile.

Proseguendo a piedi, sempre per la strada sterrata militare che con molti tornanti rimonta verso le Frasere e il pianoro del Giaset.

In uno degli ultimi tornati, ancora in vista del lago, appena un pò a destra è possibile trovare la Batteria B2, non terminata e con gli interni in pietra grezza.

La posizione strategica ci consente un ottimo colpo d'occhio su tutto il lago del Moncenisio.

Proseguendo per la strada raggiungiamo facilmente il piano dove sono sistemati i 3 grossi ricoveri del Giaset. Vicino al primo ricovero è ubicata una fontana già utilizzata dai militari non è comunque garantita la presenza di acqua.

A sinistra la strada continua e appena prima della fine del piano il traliccio dell'alta tensione ci localizza l'ingresso della postazione T, scavata nella roccia della Corna Rossa.

Proseguendo sulla strada senza difficoltà possiamo raggiungere lo splendido Lago Bianco, poi seguendo i segni di una mulattiera che a valle attraversa e poi costeggia il lago a sud si sale verso le rocce, è con una certa difficoltà che possiamo raggiungere il Centro 1, interessante per la perfetta mimetizzazione con la montagna.

  14 agosto 2004  La Caserma del Forte Malamot vista dalla torretta di osservazione.

Usciti dal Centro 1 conviene dirigersi risalendo a sinistra verso i laghetti del Giaset e il colle omonimo, per poi deviare a destra e risalire verso il Forte Malamot. In certi punti la mulattiera si perde ma continuare a salire in direzione del Forte.

Il forte del Malamot presenta interessanti finestrelle con doppia chiusura, possiamo ancora notare le scritte dei costruttori  e alcune incisioni lasciate dai militari.

La caserma del Forte Malamot, con indicati gli ingressi per il centro 6 e il ricovero.

Appena sotto al Forte è presente il Centro 6 completamente invaso e bloccato dal ghiaccio, non dimentichiamo che siamo a circa 3000mt.

Appena sotto al Centro 6 è presente un grosso Ricovero con ben tre ingressi, all'interno è ancora presente della paglia per il riposo dei soldati....

Scendendo dalla strada militare appena passato il forte possiamo notare sulla destra in basso la postazione 5.

Sul promontorio opposto è possibile vedere le vecchie costruzioni delle batterie campali e più in basso è visibile il Centro 7 anche lui parzialmente bloccato in alcuni passaggi dal ghiaccio.

Continuando a sinistra sul piano, troviamo il Centro 8 con la cupola blindata, e i due ingressi.

Scendendo verso nord sulla cresta, troviamo i segni delle batterie campali e per ultimo troviamo il Centro 9 con interni non completamente terminati e con un osservatorio verso il vallone del Piccolo Moncenisio.

E' possibile il ritorno percorrendo a ritroso fino al Centro 7 per scendere poi verso i ricoveri del Giaset e proseguendo in discesa per la strada fatta in salita.

Un'alternativa per la discesa (leggermente più lunga) è continuare sulla cresta in direzione del Centro 10 Pattacroce per poi scendere dalla mulattiera come indicato nell'escursione 5.

 


[escursione 1] [escursione 2] [escursione 3] [escursione 4] [escursione 5] [escursione 6]

 

 www.moncenisio.com