Cenni di storia del Valico del Moncenisio.

        
2000 ac

- Neolitico, prime testimonianze di presenza umana.

750 ac

- Ritrovamento attrezzi vari nella gotta di La Balme (Sollieres) riconducibili al periodo 1800/750 ac. 

750/0 ac

- Passaggio sul Colle del Mont Cenis delle truppe di Cozio. Poi primi passaggi delle truppe Romane.

9/8 ac

- Susa e tutta l'area del Moncenisio passano sotto il dominio dei Romani. Costruzione dell'Arco di Augusto. 
774 - Passaggio di Carlo Magno con al seguito le sue truppe.
825 - Si fonda il primo Ospizio a scapito della Abbazia di Novalesa.
870 - Bande di Saraceni scorrazzano sulle Alpi, viene bruciata la Novalesa.
971 - I Saraceni sono definitivamente scacciati dalle Alpi.
1100 - Il Valico del Moncenisio diventa il principale accesso per l'Italia dall'Occidente.
1300 - Il rigore delle truppe Sabaude sconfigge la piaga del brigantaggio.
1500 - Si impongono forti dazi per il passaggio e severi controlli di dogana.
1694 - Passaggio di truppe francesi al seguito del Catinat, primi miglioramenti alla strada.
1792 - Il Valico viene chiuso. I Francesi invadono la Savoia.
1794 - L'Ospizio viene abbandonato. I Francesi dominano la valle del Cenischia e i traffici sono fermi.
1800 - Il Valico ritorna Italiano.
1801 - Passaggio di Napoleone, l'Ospizio viene riaperto.
1803 - Costruzione della strada Napoleonica. Ampliamento dell'Ospizio con funzioni militari.
1813 - Completamento della strada. Costruzione del Forte del Gatto.
1837 - I monaci abbandonano l'Ospizio, a favore di una gestione civile.
1859 - Passaggio di truppe Francesi come alleati con l'Italia.
1860 - Si stabilisce il confine Italia/Francia al Colle del Mont Cenis.

1861

      

- La piana del Moncenisio diventa zona franca, e il posto di confine Italiano passa alla Casa di Ricovero n.5 dove resterà fino al 1964 per poi passare più indietro a Barcenisio, fino ai giorni nostri.
1868 - Inaugurazione della ferrovia Fell, costruita a tempo record. Tragitto Susa-Lanslebourg. Si rivelerà un fallimento commerciale per gli alti costi di esercizio.

1871

   

   

- Apertura del Tunnel ferroviario del Frejus. Il Grande Valico passa improvvisamente dalla vita alla morte. Tutti i passaggi commerciali cessano, compreso il fallimento della ferrovia Fell, e così cessa anche l'attività economica per tutti i paesi di qua e di là della frontiera. Molti abitanti dei paesi della Val Cenischia emigreranno all'estero in cerca di lavoro.
1874 - Peggioramento dei contatti diplomatici con la Francia. Costruzione Forte Roncia.

1878

      

- Costruzione Forte Cassa e Forte Varisello. (Il Forte Cassa è stato demolito in seguito alla costruzione dello sbarramento dell'attuale diga)
1888 - Costruzione Forte Pattacroce e Forte Malamot.

1904

        

- Costruzione Batteria Paradiso e Batteria La Court. (La Batteria Paradiso è stata demolita in seguito alla costruzione dello sbarramento dell'attuale diga)

1915

1918  

- Gli armamenti delle fortificazioni del Moncenisio (cannoni), vengono spostati sul fronte Austriaco. Italia e Francia sono alleati durante la I Guerra Mondiale.
1921 - Si crea la prima Diga artificiale per aumentare il volume del lago naturale e sfruttare l'energia idroelettrica.

1930

    

           

- Peggioramento dei contatti diplomatici con la Francia.

- Iniziano le massicce costruzioni di tutte le opere difensive del Vallo del Moncenisio, Batterie, Centri di Fuoco e Ricoveri.

1940

  

    

- Seconda Guerra Mondiale: Le batterie Italiane attaccano le postazioni Francesi al Moncenisio, la scarsa difesa porta le truppe Italiane a occupare la valle dell'Arc. Il 24 giugno si firma l'armistizio e le truppe Italiane occupano i territori conquistati.

1944

       

- Rapide azioni di disturbo da parte dei Francesi per verificare l'efficacia delle fortificazioni Italiane a protezione del Colle. Truppe Italiane e Tedesche presidiano il Valico.

1945

      

- 15 gennaio. Attacco senza successo di partigiani Piemontesi al Forte del Malamot presidiato da truppe Tedesche.

       

- 4 aprile. I Francesi conquistano nella notte le postazioni del M.Froid  e tentano invano di riprendere il Forte Turrà.

   

- 5 aprile. I Francesi attaccano e occupano le postazioni a Bellecombe. Attaccano senza successo le postazioni nell'area del P.T.M.Cenis e Malamot.

   

- 12 aprile. I Tedeschi si ritirano, come pure gli Italiani lasciando strada libera ai Francesi.

    

- 25 aprile. Firma dell'Armistizio. Fine del conflitto Mondiale.

      

 

 

  

 

1968

     

- Inaugurazione della diga di sbarramento come si può vedere oggi, l'Ospizio e molte opere civili e militari vengono definitivamente distrutte dall'innalzarsi delle acque del lago. 
   

    


bibliografia:

Castelli e fortezze della Valle di Susa. Edizione Museo della Montagna "Duca degli Abruzzi" Club Alpino Italiano - Sezione di Torino

LA BATTAGLIA DELLE ALPI - Alberto Turinetti di Priero. Susalibri 1990

SEGUSIUM - SOCIETA' DI RICERCHE E STUDI VALSUSINI - Numero speciale sulle vie di comunicazione in Valle di Susa - SUSA

STORIA DELLA VAL DI SUSA Tradizioni e Leggende - Michele Ruggiero - Piemonte in Bancarella

IL GRANDE VALICO (Memorie sul Moncenisio) - Leonardo Carandini - ISTITUTO GEOGRAFICO DE AGOSTINI - NOVARA

STORIA DELL'ALTA VALLE DI SUSA - Luigi Francesco Peracca - Piero Gribaudi Editore TORINO

LE OPERAZIONI DEL GIUGNO 1940 SULLE ALPI OCCIDENTALI - STATO MAGGIORE DELL'ESERCITO - UFFICIO STORICO - ROMA 1981

IL VALLO ALPINO - LE FORTIFICAZIONI DELLE ALPI OCCIDENTALI DURANTE LA SECONDA GUERRA MONDIALE - Alberto Fenoglio - SUSA LIBRI

IL MONCENISIO COM'ERA - Amis du Mont Cenis - CHAMBERY

LA MONTAGNA FORTIFICATA - Pier Giorgio Corino - Piero Gastaldo - MELLI Borgone

FORTIFICAZIONI E SPIE - Pier Giorgio Corino - MELLI Borgone

L'OPERA IN CAVERNA DEL VALLO ALPINO - Pier Giorgio Corino - MELLI Borgone

LA FERROVIA DEL MONCENISIO - Enrico Pieri - Edizioni Elledi

 

LE FORTIFICAZIONI OTTOCENTESCHE DEL MONCENISIO - Pier Giorgio Corino - MELLI Borgone

 

UNA STRADA PER IL MONCENISIO - Pier Giorgio Corino / Livio Dezzani - MELLI Borgone

   


 

 

 www.chirio.com     

www.moncenisio.com

 

È vietato ogni utilizzo non autorizzato delle foto e video.
Photos and videos are copyright © Roberto Chirio: all rights reserved.